Antonio Montanaro: Un sogno lungo trent'anni


Antonio Montanaro 29 enne massafrese, con un deficit motorio dalla nascita, finalmente ha coronato il sogno di diventare allenatore di calcio.
Lo scorso 20 gennaio 2009, il settore tecnico della Figc gli ha comunicato di aver superato il corso per allenatore di base con un ottimo punteggio.
Una battaglia nel mondo del calcio che inizia nel lontano 94.
“Il mio progetto - spiega il neo tecnico – mirava ad aprire le porte ai portatori di handicap nel mondo del calcio. Mi chiedo perché un disabile non possa fare l’allenatore. E' stato un lungo pellegrinare tra sedi e uffici federali. Ho discusso il problema con tutti dai presidenti FIGC , CONI, LEGA CALCIO, Federazione Italiana Sport Disabili fino alla FiFA. Con me Claudio Rosi ex calciatore di serie C ed altri collaboratori".
"Un progetto portato avanti tra mille difficoltà - confessa Montanaro - non ci siamo scoraggiati siamo andati avanti per la nostra strada convinti della validità dell’iniziativa. Nel 1998 la svolta finalmente il progetto viene accolto. Ci sono delle modifiche, ma non importa un primo risultato è stato portato a casa".
"Una gioia immensa – continua Montanaro – gli organi preposti si attivano finalmente per trasformare in realtà la nostra proposta".
Ci vorranno degli anni, quattro per l’esattezza dal comunicato emesso dalla FIGC il 14 febbraio 2002, ma finalmente viene ufficializzato.
Al corso per allenatore vengono ammessi due portatori di handicap ma per partecipare ci vogliono 25 anni compiuti insieme ad altri requisiti.
Il bando di partecipazione al corso art. 5 recita testualmente "è fatta la possibilità per il settore tecnico di ammettere in soprannumero e nel limite due portatori di handicap motori tali da non avere permesso lodo la attività di calciatore ed acquisire i relativi punteggi. Tali soggetti devono essere in possesso di un certificato di buona salute e di ottenere il nulla osta da parte della Commissione Medica indicata dal settore tecnico che valuterà i limiti funzionali ai fini dell’idoneità alla partecipazione al corso".
Diversi gli apprezzamenti che Antonio Montanaro ha ricevuto durante questi anni della sua battaglia e adesso il primo obiettivo è allenare.
Ma il neo tecnico rimane coi piedi per terra: "Solo il campo mi dirà la sua verità..."

Da Eccellenza Puglia



Condividimi

vota su OKNotizie Fav This With Technorati
Posted in Etichette: |

1 commenti:

  1. Francesco Says:

    sei un grande antonio hai tutta la mia piena fiducia ciao tuo cugino!!